La Seconda Guerra Mondiale

Con lo scoppio della seconda guerra mondiale fu chiamato alle armi il figlio di Erminio, Stefano, neolaureato in giurisprudenza con il massimo dei voti, con una tesi in diritto processuale civile presentata dal prof. Francesco Carnelutti, che lo vide partire per l’Africa Orientale, dove cadde prigioniero degli Inglesi che lo trasferirono in India, prima nel campo di Bangalore, poi a Yol. L’attività dello studio legale, già pregiudicata dalla guerra in atto, ebbe una interruzione nel 1943, quando la famiglia Giovanardi lasciò Milano sotto i bombardamenti, per riprendere nel 1945, con la fine della guerra, sempre in via dei Bossi, 3. Tornato dalla prigionia in India nel dicembre del 1946 ed iscritto all’albo, l’avv. Stefano Giovanardi ha iniziato nel 1947 l’attività con il padre Erminio e con l’avv. Bianchi.